Cosa dice la legge riguardo alla stanchezza nel traffico stradale?

    Legalmente

Per legge, chi è spossato non può condurre un veicolo. Ciò è considerato una grave infrazione e può comportare il ritiro della patente per diversi mesi. Si può inoltre arrivare a multe e in casi gravi anche a pene detentive. Fondamentalmente vale: guidare quando si è spossati, o proprio assonnati, legalmente viene equiparato alla guida in stato di ebbrezza (cioè a partire da 0,5‰).


    Responsabilità propria

Dipende da te valutare correttamente la tua capacità di guida ed eventualmente rinunciare a guidare.


    Valori limite

Diversamente dal consumo di sostanze, per la stanchezza non si può fissare alcun valore limite. La polizia valuta le condizioni fisiche del guidatore facendo domande sulle circostanze e osservando.


    Regresso

In caso di incidente causato da colpa grave (che comprende anche la spossatezza) le assicurazioni hanno l’obbligo legale di ridurre le prestazioni. L’assicurazione di responsabilità civile, che deve pagare le spese a terzi, chiede la restituzione di una parte dei costi (regresso). In caso di danni a persone, possono essere effettuate delle riduzioni a  risarcimenti di indennità giornaliere e pensioni. I costi di un incidente con dei feriti fanno presto ad ammontare a diverse centinaia di migliaia di franchi.